A.S.D. AREA KARATE QUINTO-PAESE
A.S.D. AREA KARATE QUINTO-PAESE

Ci potete contattare allo:

 349 2930392

 Potete usare il nostro

modulo online.

Tribuna di Treviso del 17.06.2017

Quinto. Cintura nera di karate a 83 anni, la storia di Arnaldo Ferroni

Arnaldo Ferroni, 83 anni oggi, pensionato di Postioma originario di Porto Tolle ed ex titolare di un'agenzia di trasporti, dal 2015 è cintura nera di karate. I compagni di allenamento dell'Area Karate di Quinto e Paese, per il suo compleanno gli hanno voluto dedicare una piccola festa, rigorosamente in palestra

   


QUINTO/PAESE. Una passione nata quasi per caso, spronato dal giovane nipote Filippo. Poi il via a 10 anni di sport, di passione, quel Karate di cui, tra Quinto e Paese, è diventato un vero e proprio simbolo, un emblema. Arnaldo Ferroni, 83 anni oggi, pensionato di Postioma originario di Porto Tolle ed ex titolare di un'agenzia di trasporti. Dal 2015 cintura nera di karate. Un traguardo importante, significativo e di esempio per molti. In settimana, i compagni di allenamento dell'Area Karate di Quinto e Paese, per il suo compleanno gli hanno voluto dedicare una piccola festa, rigorosamente in palestra, a dimostrazione dell’affetto e della simpatia che ricoprono in lui. Ed Arnaldo, contentissimo per la sorpresa, non fatica ad ammettere, con il sorriso sulle labbra: «sono ringiovanito di almeno vent'anni stando con loro».

 

Da Treviso la storia di Arnaldo, cintura nera di karate a 83 anni TREVISO. Arnaldo Ferroni, 83 anni oggi, pensionato di Postioma originario di Porto Tolle ed ex titolare di un'agenzia di trasporti, dal 2015 è cintura nera di karate. I compagni di allenamento dell'Area Karate di Quinto e Paese, per il suo compleanno gli hanno voluto dedicare una piccola festa, rigorosamente in palestra.

 

 

E come dargli torto. La lucidità - e per qualcuno anche il fisico - sono quelli di un quarantenne, così come la voglia di mettersi in gioco, di raccontare - tra un colpo e l’altro - qualche aneddoto della sua infanzia, qualche consiglio e, perché no, anche qualche rimprovero a chi non riga dritto. «Arnaldo rappresenta una memoria storica e allo stesso tempo è un esempio per tutti» confida il maestro Emanuele Marcon «ha l’età e quella giusta autorità per poter dire sempre la sua, facendo - se serve - le veci del maestro.

 

La sua esperienza ed i suoi modi fanno la differenza, siamo fieri di averlo in palestra e per noi è un grande orgoglio». Impegno, disciplina, costanza. C'è tutto ciò dietro ai quattro allenamenti a settimana di Arnaldo, tra le palestre di Santa Cristina e Paese, condividendo tutto con chi, di anni, ne ha anche meno della metà. «È bello, è troppo bello tutto ciò. C'è la salute guadagnata, così come la felicità di stare sempre in compagnia e, ancora di più, l’orgoglio di essere allenati da un maestro come Emanuele, una persona senza la quale non avrei continuato il mio percorso» continua emozionato l'83enne Arnaldo «c'è voluto coraggio ad iniziare a praticare il karate a 72 anni, ma oggi posso dire che mi sto divertendo moltissimo, guadagnandoci oltretutto in salute». Lo spirito senz'altro ad Arnaldo non manca, le parole lo dimostrano, e aiutato dallo sport che - quasi per definizione - è praticabile per tutta la vita, continua a dare il meglio di sé in ogni allenamento, senza tirarsi indietro di fronte a combattimenti o fatiche.

«Nel 2015 ricevere a Rimini la cintura nera primo dan da parte del maestro giapponese H. Shirai è stato qualcosa di emozionante» racconta ancora Arnaldo «questa passione la condivido con la mia famiglia, con i miei quattro figli e i sei nipoti di cui vado orgoglioso». Ma Arnaldo, a Quinto e Paese, è ormai il nonno anche per tutti i cento allievi dell'Area Karate, un gruppo nato nel 1978 e che continua ad essere il bacino di numerosi talenti trevigiani. E chissà se, in vista dei mondiali di karate in programma a settembre nel capoluogo della Marca, Arnaldo potrà incontrare ancora il maestro H.Shirai, probabilmente il miglior karateka (decimo dan) del mondo. Nel frattempo, Arnaldo Ferroni continua ad allenarsi, a stare in salute, dimostrando allenamento dopo allenamento che lo sport non ha età. Lo sport, il karate in particolare, è per tutti. Un messaggio che, in un qualche modo, il neo 83enne lancia anche ai propri coetanei, perché «ti fa stare bene con te stesso e con gli altri». E se Arnaldo dispensa consigli ed aneddoti, in palestra, c’è chi è convinto che «se tutti fossero come lui, il karate, lo sport, il mondo sarebbero diversi».

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© www.areakarate.it - via Boffi 1 31055 Quinto di Treviso